QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

Verso il nuovo welfare: punti di arrivo

Quasi vent’anni orsono, in un programma di ricerca intitolato “I Quattro Pilastri”, l’Associazione di Ginevra, considerando l’allungamento in vari paesi del ciclo di vita, ipotizzava che prima o poi si sarebbe cominciato a ritardare l’età della pensione. Le prime reazioni a questa ipotesi furono decisamente negative: si mandino a casa le persone più anziane — si diceva — e largo ai giovani.
Occorre tener presente che in Italia, come ha recentemente ribadito il governatore della Banca d’Italia, il tasso di occupazione nella fascia di età tra 55 e 64 anni supera di poco il 31%: oltre 10 punti in meno rispetto alla media dell’Unione Europea; quasi venti punti al di sotto dell’obiettivo per il 2010 condiviso dall’Italia al Consiglio europeo di Lisbona nel 2000.
Leggi tutto

Longevità, modelli sistemici e rischio d’impresa

“È meglio avere un reddito duraturo piuttosto che avere fascino.” Oscar Wilde.

“La specializzazione può essere una tentazione per lo scienziato; per il filosofo è un peccato mortale.” K.R. Popper.

1. Introduzione

La tematica della previdenza in generale e gli aspetti relativi alla previdenza complementare in particolare hanno indubbiamente affollato negli ultimi anni i programmi dei convegni, gli indici delle riviste e le pagine della stampa, quotidiana e settimanale, nazionale e internazionale.
Nonostante questo contesto, il tema dell’erogazione delle prestazioni pensionistiche, ossia del momento finale del sistema previdenziale rispetto alla quale la fase dell’accumulo è mero per quanto essenziale strumento, è rimasto decisamente sullo sfondo nel dibattito pubblico, forse per un effetto di priorità temporale. Ora, in effetti, è il momento della creazione dello stock di risorse previdenziali, un domani — in Italia ancora non vicinissimo — sarà centrale la loro distribuzione ai futuri pensionati.
Leggi tutto

L’economia delle pensioni e i quattro pilastri: come affrontare una sfida infinita

1. Introduzione

L’economia delle pensioni rappresenta un settore difficile in cui operare, non da ultimo a causa della molteplicità di aspetti che esso comprende, a prescindere da quelli economici, già di per sé complessi: si pensi in particolare alla sfera sociale e politica. Nella sua forma moderna, il problema di trovare il modo migliore (qualsiasi cosa ciò significhi in questo caso: in passato si è fatta molta confusione quando si è trattato di definire gli obiettivi) di istituire, finanziare e organizzare la sicurezza sociale degli anziani ci accompagna da circa un secolo, da quando Bismarck ha introdotto per primo i programmi previdenziali tedeschi alla fine del XIX secolo.
Leggi tutto

Editoriale

“La società invecchia” — quante volte abbiamo letto o sentito questa frase. Ma si tratta di una affermazione e di una visione sbagliata! L’allungamento del ciclo di vita si accompagna, nella grande maggioranza dei casi, con un miglioramento delle condizioni fisiche e mentali: di fatto entriamo in una società in fase di “svecchiamento” (counter-ageing society). Le generazioni in età avanzata sono oggi chiaramente più “giovani” di quanto non lo fossero nel passato.
Leggi tutto