QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

I problemi aperti nella previdenza complementare italiana

1. Premessa

Alla fine del 2006 l’assetto della previdenza complementare italiana era caratterizzato da almeno quattro debolezze:
1. un basso rapporto fra l’effettivo numero di iscritti alle diverse forme pensionistiche complementari e la platea dei loro potenziali aderenti (tasso di adesione), apparente frutto di una distorta “maturità precoce” del settore;2
Leggi tutto

I compiti della COVIP nella riforma della previdenza complementare italiana

1. Introduzione

Il quadro degli ultimi interventi legislativi in materia pensionistica aderisce ad una esigenza particolarmente importante del Paese: lo sviluppo della previdenza complementare quale elemento essenziale per il rafforzamento della tutela nell’età anziana, necessario a favorire un più adeguato soddisfacimento delle esigenze di benessere dei futuri pensionati.
La revisione del sistema pensionistico approvata nel 2004-2005 persegue tale obiettivo mediante la predisposizione di un assetto normativo volto a promuovere l’ampliamento delle adesioni e il rafforzamento del finanziamento delle forme pensionistiche complementari: dal conferimento del TFR alla revisione della disciplina fiscale, alla predisposizione di strumenti in grado di favorire una più consapevole adesione e una maggiore libertà di circolazione nel sistema, per citare alcuni tra i punti più rilevanti dell’intervento.
Leggi tutto