QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

Archivio autore

Invertire la tendenza da un’uscita anticipata a un’uscita ritardata dal mercato del lavoro: i fattori push, pull e jump nel contesto danese

Riassunto

Nell’Europa dei 25 la Danimarca è un Paese in cui si esce tardi dal mercato del lavoro. In virtù di ciò, l’esperienza danese si trova in contraddizione con la maggior parte delle principali ricerche relative ai fattori che conducono ad anticipare/posticipare il pensionamento. Nei confronti degli anziani il mercato del lavoro in Danimarca è uno dei più brutali in Europa, mentre i regimi di prepensionamento danesi sono da annoverare tra i più generosi. Per tali ragioni ci si aspetterebbe che il Paese fosse caratterizzato da alti tassi di uscita dal mercato del lavoro, mentre avviene il contrario. Su queste basi si sostiene che, nel definire le modalità di pensionamento, i fattori culturali, sociali e psicologici rivestono un’importanza di gran lunga maggiore di quanto di norma non si pensi. Conseguentemente, negli ultimi anni la Danimarca ha adottato un’impostazione culturale basata sulla partecipazione volontaria degli imprenditori e di altre parti sociali nel tentativo di far crescere ulteriormente il tasso di occupazione degli anziani. Tale approccio culturale è stato completato dall’introduzione di incentivi “positivi”, che prevedono compensi economici per singoli e comuni se i pensionamenti risultano posticipati.
Leggi tutto