QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

Il Silver Workers Institute: I pensionati attivi in Germania

3. Integrare i Silver Workers come contributo alla competitività dell’economia tedesca

L’impatto di un quarto pilastro “forte” va ben oltre al supporto della sostenibilità dei sistemi pensionistici, in quanto può contribuire alla crescita macroeconomica. Le aziende tedesche devono affrontare i cambiamenti demografici a prescindere dalle loro dimensioni. Questo vale anche per molti altri Paesi europei, per esempio l’Italia. Le aziende che oggi favoriscono l’occupazione di personale anziano qualificato, domani godranno di un vantaggio fondamentale nella competizione nazionale e internazionale.
Questo studio offre alle aziende informazioni generali riguardanti la struttura della forza lavoro di domani, che a nostro avviso diventerà uno dei principali fattori in termini di leadership. In Germania esiste la volontà di iniziare o continuare a lavorare durante la pensione, ma le aziende devono assicurare condizioni di lavoro adeguate per trarre vantaggio dall’esperienza, dall’abilità e dalle competenze sociali dei pensionati attivi. Il lavoro durante il pensionamento deve variare in termini di forme e contenuti e dare un senso nuovo alla vita dei Silver Workers. In concreto, è necessario garantire la flessibilità che si addice alle nuove esigenze di vita del pensionato, per esempio con il lavoro part-time. Inoltre occorre strutturare progetti e lavori in modo tale da tener conto del desiderio di indipendenza dei Silver Workers e della necessità di ottenere dei risultati con il proprio lavoro. Infine per poter guardare al futuro con fiducia, le aziende dovranno offrire corsi di formazione per i lavoratori anziani e dare loro nuove competenze, affinché possano essere impiegati proficuamente anche dopo il pensionamento. I pensionati attivi intervistati hanno ribadito questi aspetti, sottolineando che sono pronti a una simile sfida, e che addirittura la auspicano.
Inoltre gli intervistati sottolineano il proprio desiderio di essere apprezzati e valorizzati. L’importanza di un reddito aggiuntivo sembra talvolta fornire la prova tangibile di tale apprezzamento. I risultati evidenziano a più riprese la necessità di una cultura dell’apprezzamento, quale prerequisito per l’integrazione organizzativa dei pensionati attivi.
La seguente tabella illustra le principali aspettative che i Silver Workers esprimono nei confronti dei loro datori di lavoro.

Figura 1: condizioni ideali di occupazione durante il pensionamento nell’ottica dei Silver Workers
jurgen-fig1.gif

4. I Silver Workers come sfida socio-politica

In confronto ad altri Paesi, in Germania i Silver Workers vivono ancora “nell’ombra”. Una delle principali ragioni potrebbe essere che la maggior parte dei pensionati tedeschi non ha assolutamente bisogno di una fonte di reddito integrativa, dato che il sistema pensionistico funziona abbastanza bene. Ma per il futuro gli sviluppi demografici e politici lasciano supporre un cambiamento di tendenza, tale da obbligare tutti a ripensare alla propria posizione.
Attualmente gran parte degli intervistati lavora principalmente perché desidera farlo, ma in un futuro prevedibile il quadro generale del sistema pensionistico potrebbe cambiare, tanto da rendere necessario per un numero sempre maggiore di persone un reddito aggiuntivo oltre alla pensione percepita.
Un’ulteriore spiegazione del fatto che i Silver Workers in Germania continuino ad avere un impatto limitato va ricercata nel quadro politico. Il prolungamento della vita lavorativa non è previsto dalla legge e nel caso di certi gruppi, come per esempio i dipendenti statali, è addirittura ostacolato. Imprenditori e lavoratori versano contributi previdenziali che non determinano un aumento delle pensioni e hanno anche un effetto negativo sul salario dei dipendenti. In Germania l’inevitabile transizione verso questa nuova condizione lavorativa è frenata dall’attuale quadro legislativo, che va profondamente riformato.
Infine manca il consenso sociale sulle ragioni che spingono i Silver Workers a continuare a lavorare, cioè il desiderio di essere accettati e di continuare a svolgere un ruolo attivo nell’economia e nella società.


5. Alcune raccomandazioni a livello economico, politico e sociale

Da una prima valutazione empirica sulla situazione dei Silver Workers in Germania si possono trarre tre raccomandazioni fondamentali:
1.    Cambiamento della gestione strategica delle risorse umane al fine di mobilitare e integrare sistematicamente i Silver Workers. È necessaria una certa flessibilità in termini di orario e struttura del lavoro accompagnata da iniziative di formazione avanzata per assicurare un ambiente organizzativo adatto ai Silver Workers.
2.    Promozione di una cultura della valorizzazione degli anziani trasversale a tutte le organizzazioni: l’attuale e prevalente “mania della giovinezza” ha raggiunto il suo limite, e non solo a causa dei cambiamenti della struttura della popolazione. Sembra esservi una rinascita del riconoscimento della grande esperienza, di conoscenze sostanziali e di competenze sociali superiori. Questi valori vanno posizionati in maniera ottimale nella cultura di un’organizzazione.
3.    Sviluppo di un quadro normativo favorevole ai Silver Workers. Occorre rimediare al vuoto normativo attuale con condizioni ben definite che diano fondamento giuridico vincolante al lavoro post-pensionistico. A causa dei fattori economici e gestionali sopra menzionati, il sistema legislativo dovrebbe fornire incentivi efficaci volti a promuovere lo sviluppo di un solido quarto pilastro in Germania.


Pagine: 1 2


Tag:, ,