QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

L’invecchiamento della popolazione italiana: effetti e politica sociale

1.1 L’invecchiamento della popolazione italiana

Ciò che ha caratterizzato la demografia italiana in questi ultimi anni è soprattutto – come abbiamo appena visto – il mutamento della struttura della popolazione, ed è, in particolar modo, il crescente peso degli anziani sul totale della popolazione, e sulla popolazione attiva, a caratterizzare la nostra struttura demografica recente. Come si vede dal successivo grafico, l’indice di invecchiamento3 (Iv) in cinquant’anni è raddoppiato, e le previsioni ci mostrano che nei prossimi cinquanta anni la crescita sarà quasi esponenziale, portando l’Iv a valori vicini al 35%.

Figura 3: Indice di invecchiamento in Italia, 1951-2051
capacci-fig-3.gif
Fonte: elaborazione su dati ISTAT e Consiglio d’Europa, vari anni.

Per nessun paese dell’UE-15 si prevede, nel 2051, che si raggiunga un tale livello dell’indice di invecchiamento, a conferma che l’Italia è, e continuerà a essere, il “paese più vecchio al mondo”.
Se poi prendiamo in considerazione lo stesso grado di vecchiaia degli anziani, ovvero se è cresciuto il peso, nella classe degli ultrasessantacinquenni, della quota di coloro che hanno superato ottanta anni, consideriamo l’indice di senescenza, cioè il rapporto tra coloro che hanno più di 80 anni e coloro che hanno superato la soglia dei 65 anni. L’analisi storica rileva che, nel giro di cinquant’anni, tale indice sia addirittura raddoppiato: nel 1951 era pari all’11,9%, nel 1981 raggiungeva quota 16,7%, infine nel 2001 era pari a 22,6%, dimostrando così, non solo un progressivo invecchiamento della popolazione, ma anche un invecchiamento della stessa classe degli anziani, con una notevole crescita del peso dei cosiddetti grands veillards.
A contraddistinguere il nostro paese non è solo l’alta percentuale di anziani sul totale della popolazione, ma anche le notevoli differenziazioni territoriali di questo processo. Il classico dualismo Nord-Sud, che si manifesta in campo economico-sociale, si ha anche in campo demografico. Nel 2001, la regione con il più alto indice di invecchiamento è la Liguria con quasi un quarto della popolazione anziana, mentre la regione demograficamente più giovane è la Campania, con un indice pari al 13,5%.

3 Si definisce indice di invecchiamento il rapporto percentuale tra la popolazione di 65 e più anni e il totale della popolazione.


Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15


Tag:,