QUADERNI EUROPEI SUL NUOVO WELFARE

Invecchiare a casa: il supporto delle tecnologie

Alcuni esempi di questi servizi di tele-assistenza sono di seguito elencati:
1. Assistenza terapeutica: gli operatori controllano che la persona segua specifiche terapie prescritte dal medico di base.
2. Assistenza dietetica: gli operatori controllano che la persona segua la dieta assegnatale per prevenire, ovvero tenere sotto controllo, specifiche malattie.
3. Assistenza dei servizi sociali: coordinano i diversi interventi dei servizi sociali, come il programma di consegna dei cibi caldi, le visite degli assistenti sociali, programmi di socializzazione e comunicazione con i familiari e gli amici.
4. Organizzazione dell’assistenza per malattie croniche: supporta il paziente nell’osservanza di procedure specifiche per il controllo delle malattie croniche, includendo l’agenda dei relativi esami diagnostici e delle visite mediche.
5. Servizi complessi che sono una risultante delle diverse attività, forniti sempre in accordo con le diverse organizzazioni sociali e sanitarie.

Tutti questi servizi vengono incentrati su una struttura di tipo ICT, ovvero la cosiddetta soluzione e-health. Si tratta di un sistema che supporta l’insieme delle attività caratteristiche dei Centri Operativi, le organizzazioni sociali e quelle sanitarie.
I dati di tutti i pazienti vengono inseriti in un unico archivio, sono previsti programmi di gestione per le terapie e le malattie, inoltre le procedure di comunicazione tra i differenti operatori vengono gestite in modo da permettere la prenotazione diretta di servizi medici; le linee guida nella fattispecie vengono implementate per prevenire errori da parte dei medici.

Figura 3: La soluzione e-health

pangers-fig-3.gif
Le componenti base della soluzione e-health sono:
1. Il registro elettronico dell’assistenza sanitaria: l’archivio dei dati consente l’accesso alla storia clinica del paziente, in cui i dati medici, rilievi e immagini sono a disposizione di tutti gli operatori.
2. Il motore della comunicazione: assai frequentemente si verifica l’ottenimento in eredità di sistemi di IT da parte di preesistenti istituzioni d’assistenza sanitaria e sociale. Si ha la necessità di assicurare l’interoperabilità di questi diversi mezzi: un sistema di integrazione è richiesto al fine di assicurare che l’informazione corretta venga destinata laddove richiesta.
3. Il sistema gestionale del flusso di lavoro: i processi complessi, come le procedure sanitarie, le linee guida mediche e le procedure qualitative devono essere pure supportate. Un motore configurabile per gestire il flusso di lavoro, in cui i processi possano essere mappati, assiste tutti gli operatori nell’adempiere alle appropriate modalità.


Pagine: 1 2 3 4 5 6


Tag:,